Pubblichiamo il contributo del nostro Vito Prudente, scusandoci con lui per non averlo fatto prima per problemi di carattere tecnico. Questo l’incipit:

Una reale Democrazia parlamentare si caratterizza dando a tutte le categorie e soggetti sociali di poter essere rappresentati in Parlamento. La strumentale proposta del Movimento 5 stelle di tagliare il numero dei parlamentari (riduzione dei deputati da 630 a 400 e dei senatori da 315 a 200)  votata a suo tempo quando si formò questa maggioranza di Governo P.D./5 stelle, certamente fa presa sull’emotività/ingenuità di una parte consistente dei cittadini/e della Repubblica non sufficientemente attrezzata sul piano della conoscenza delle dinamiche politiche  e/o non adeguatamente informata circa la pericolosità antidemocratica di tale proposta. Va subito detto che il taglio della rappresentanza parlamentare non consentirà  a determinate realtà sociali tutt’ora non rappresentate ( vedasi il 45 per cento di astensionismo, ad esempio) di portare le proprie istanze e problemi nel massimo organo legislativo della nostra Repubblica: il Parlamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...