Pubblichiamo un contributo del nostro Vito Prudente.

Nel campo dell’azione politica  e della giustizia sociale , le categorie psicologiche che inquinano l’azione politica  sono tre: l’ambiguità, l’ipocrisia,  l’incoerenza.

Secondo Simona Argenteri, psicanalista, membro ordinario e didatta dell’Associazione italiana di Psicanalisi e dell’Internacional Psyco-analytical Association nonché collaboratrice (credo ancora) della rivista “Micromega”, “l’ambiguità è una nevrosi  al confine tra etica e patologia”. In sostanza, l’ambiguità e’ un calcolato  inganno rivolto a qualcuno/a  o ad un gruppo collettivo e/o sociale; medesimo effetto producono  l’ipocrisia e l’incoerenza. Le tre suddette  categorie psicologiche, tra loro interconnesse, a mio giudizio, oltre a non essere educative sono  devastanti se intercalate nel  campo operativo della sfera politica.

E’ possibile scaricare il contributo completo facendo click qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...