“Una delle più grandi cazzate che abbiamo raccontato è che non si salvano i posti di lavoro, ma si salva il lavoro. Per cui pensiamo che un operaio di cinquant’anni che ha passato la vita a fare impianti può andare a lavorare nell’economia delle app. Queste cazzate le abbiamo sostenute, io le ho sostenute, per 30 anni. E poi dice che vincono i sovranisti…”

Così si esprime Calenda nella giornata in cui ha partecipato al sit in degli operai della ex Embraco alla sede del Ministero per lo Sviluppo economico (via Repubblica).

embraco

“Se la società va meno veloce del progresso, la società salta per aria” – ha continuato nella sua riflessione proponendo come paradigma di il liberalismo sociale. “Io per 30 anni ho ripetuto tutte le banalità che si sono dette nel liberismo economico. Poi quando ho avuto davanti l’operaio dell’embraco ho capito che erano una gran cacchiata”.

Un argomento complesso, quello della sostituzione tecnologica del lavoro che merita sicuramente un approfondimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...